GLI INCONTRI DEL CINEMA D’ESSAI A MANTOVA DAL 6 ALL’8 OTTOBRE Stampa
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Venerdì 02 Ottobre 2009 08:34
In programma anteprime, trailer, convegni. Tra i premiati Fice, Francesca Archibugi, Giovanna Mezzogiorno e Antonio Albanese. Diciotto anteprime, decine di trailer, tre anticipazioni di nuovi film italiani, una selezione di cortometraggi, quattro appuntamenti professionali.
Sono questi, insieme alla presenza di numerosi registi, artisti e interpreti del cinema italiano di qualità, i punti di forza del programma della IX edizione degli Incontri del Cinema d’Essai, che si svolge per la prima volta a Mantova dal 6 all’8 ottobre. La manifestazione, promossa dalla Fice, Federazione italiana cinema d’essai, presieduta da Mario Lorini, costituisce l’appuntamento professionale italiano del cinema d’essai, durante il quale, con anteprime, trailer e incontri viene presentata la prossima stagione e vengono affrontati i temi di principale interesse. Quest’anno è prevista la partecipazione di più di 400 addetti ai lavori, tra esercenti, distributori, produttori, artisti e giornalisti. Sedi della manifestazione sono la Multisala Ariston, il Cinema Mignon, il Teatro del Bibiena e il Palazzo della Ragione. Alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione svoltasi oggi a Milano presso la sede della Regione Lombardia, Massimo Zanello, assessore regionale alla Cultura, Identità e Autonomie, ha sottolineato “il forte impegno ed interesse che la Regione stessa sta dimostrando in questi ultimi anni verso il mondo del cinema. Un impegno e un interesse che si è concretizzato in importanti investimenti come quello che ha reso possibile l’inaugurazione del polo cinematografico della Manifattura Tabacchi e, soprattutto, quello della digitalizzazione delle sale d’essai”.

Mario Lorini ha evidenziato che la manifestazione si svolgerà su tre intense giornate di anteprime, trailer e soprattutto, come indicato dal titolo, di “incontri”. Incontri tra esercenti, produttori, registi, attori e molti altri rappresentanti del mondo del cinema d’essai. “La necessità di analizzare e studiare il ruolo delle sale d’essai oggi è fondamentale – ha spiegato Paolo Protti presidente dell’Anec, associazione nazionale esercenti cinema – soprattutto alla luce della situazione attuale che registra diversi problemi tra cui la poca valorizzazione delle sale di città. I cinema dei nostri centri storici rappresentano infatti un importante valore economico e sociale che deve essere riconosciuto in primis dalle Istituzioni. Proprio in questa prospettiva di valorizzazione del cinema sul territorio si terrà, l’11 Novembre a Milano, un convegno su “Cinema e città”. Paolo Protti ha poi voluto sottolineare la propria soddisfazione nell’ospitare proprio a Mantova, la sua città, questa IX edizione degli Incontri del Cinema d’Essai: “il mio augurio – ha detto - è che Mantova li possa ospitare anche per gli anni futuri”.

Anche perché Mantova, come sottolinea Ambra Raschi consigliere del Comune, “è una città che ben si adatta ad accogliere le manifestazioni culturali, essendo una vera e propria città dei festival ed è quindi ben lieta di ospitare una manifestazione sul cinema soprattutto nel periodo storico attuale che è per definizione un’epoca fondata sulle immagini”.
Nel corso degli Incontri del Cinema d’Essai, saranno presentati in anteprima “Non è ancora domani – La pivellina” di Tizza Covi & Rainer Frimmel, “Il canto delle spose” di Karin Albou, “Di me cosa ne sai” di Valerio Jalongo, “Il mio amico Eric” di Ken Loach, “Dieci inverni” di Valerio Mieli, “Soul Kitchen” di Fatih Akin, “Vengeance” di Johnny To, “Ajami” di Scandar Copti & Yaron Shami, “Gli abbracci spezzati” di Pedro Almodovar, “Departures” di Yojiro Takita, “500 giorni insieme” di Marc Webb.
Inoltre, per la prima volta, grazie alla collaborazione con la Biennale di Venezia, sarà presentata in anteprima anche al pubblico di Mantova una selezione di film provenienti dalla sezione Orizzonti dell’ultima Mostra del Cinema: “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino, “Crush” di Petr Buslov, “Adrift – Alla deriva” di Buy Thac Cuyen e “Il colore delle parole” di Marco Simon Puccioni. Aperte al pubblico saranno anche le anteprime di “Lo spazio bianco” di Francesca Comencini, “North Face” di Philipp Stoeltz e “Genova” di Michael Winterbottom. A queste sette anteprime il pubblico potrà assistere gratuitamente, fino ad esaurimento posti.
Tre le anticipazioni: il regista Giorgio Diritti e il produttore Simone Bachini presenteranno le prime immagini de “L’uomo che verrà” , mentre il regista Alessandro Angelini presenterà le prime immagini di “Alza la testa”. Entrambi i film sono presenti in concorso al prossimo Festival di Roma. Le prime immagini di “Cosa voglio di più” saranno presentate dal regista Silvio Soldini e dal produttore Lionello Cerri. La Fondazione Banca Agricola Mantovana e l’Associazione Mantova Film Commission hanno curato una selezione di cortometraggi, tre dei quali realizzati da giovani registi albanesi: “Gli ospiti” di Hlajd Papadimitri, “Il primo giorno di lavoro” di Suela Demiri e “Oltre i confini” di Elvis Lule. A completare la selezione il cortometraggio Il velo del regista mantovano Mario D’Anna. La sera del 7 ottobre, al Teatro del Bibiena, con la conduzione di Maurizio Di Rienzo, saranno consegnati i Premi Fice per un anno di cinema d’essai. Ritireranno i riconoscimenti, l’autrice Francesca Archibugi, gli attori Giovanna Mezzogiorno e Antonio Albanese, l’attrice Hiam Abbass, i registi esordienti Valerio Mieli e Claudio Noce, il direttore della fotografia Marco Onorato, i compositori Pivio e Aldo De Scalzi, il produttore Riccardo Tozzi. Il premio “Vota il film d’essai dell’anno” della rivista Vivilcinema andrà a “Gran Torino”, come miglior film dell’anno, e a “Si può fare” come miglior film italiano.
In omaggio a Giovanna Mezzogiorno nel pomeriggio del 7 ottobre sarà proiettato il documentario prodotto dall’attrice, “Negli occhi”, dedicato al padre Vittorio.
Infine, gli appuntamenti professionali: un seminario per illustrare i risultati dell’indagine “Dal world -of- mouth al word-of-mouse: esercenti e distributori alle prese con i nuovi media per promuovere lo spettacolo cinematografico”, curata dall’Università Bocconi di Milano per Schermi di Qualità (6 ottobre); una tavola rotonda su “Ruolo e identità del cinema d’essai oggi: un’impresa possibile”, e la presentazione del quaderno Fac “Autorialità e Cinema di Genere” (7 ottobre); la presentazione del Digital Training di Mediasalles (8 ottobre). Il programma degli Incontri del Cinema d’Essai può essere consultato sui siti Internet www.fice.it e www.giornaledellospettacolo.it

Alla riuscita della manifestazione contribuiscono il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Fondazione Banca Agricola Mantovana – Gruppo MPS, il Comune di Mantova, la Regione Lombardia, la Provincia di Mantova, la Camera di Commercio. Più informazioni e altre notizie sul sito www.giornaledellospettacolo.it