Un concerto e un libro dedicati a Maurizio Cazzati, compositore guastallese da riscoprire Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Venerdì 02 Ottobre 2009 08:54
Il prossimo 4 ottobre, ore 21, presso il Santuario della Beata Vergine della Porta a Guastalla, Paolo Giorgi presenterà un volume dedicato al grande musicista e compositore Maurizio Cazzati (1616-1678), nato a Luzzara ma guastallese per formazione divenne maestro di Cappella a Mantova, Bergamo, Ferrara e persino in San Petronio a Bologna.
La serata culturale è nell'ambito della festa di San Francesco, patrono della città di Guastalla. Il volume è il I numero di una nuova collana di studi sulla musica a Guastalla, denominata Studi e ricerche per la storia della musica a Guastalla; il volume nasce da una collaborazione con la Facoltà di Musicologia di Cremona (Università degli Studi di Pavia) e contiene contributi di vari giovani studiosi italiani. Alla presentazione parteciperà, oltre al curatore del volume, anche l'assessore alla Cultura di Guastalla, dott. Eugenio Bartoli; seguirà poi un concerto dell'Ensemble vocale-strumentale Nomos di Varese, specializzato nella musica antica con l'utilizzo di strumenti d'epoca e la partecipazione straordinaria del soprano Marta Bonomi.
Il concerto è dedicato ad un percorso nelle composizioni sacre a tema mariano di Cazzati e del suo illustre contemporaneo Claudio Monteverdi. La riscoperta di questo importante seppur ingiustamente sconosciuto compositore rientra tra le attività dell'associazione Giuseppe Serassi, che ha la propria sede a Guastalla e da anni è una presenza musicale attiva in tutto territorio reggiano.