Premio Ostiglia – Arnoldo Mondadori, Un libro al cinema 8-9 ottobre 2011, Ostiglia Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Venerdì 07 Ottobre 2011 16:23
Si è svolta oggi, martedì 4 ottobre, nella Sala Stampa del Grattacielo Pirelli in via Fabio Filzi 22 a Milano la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del “Premio Ostiglia – Arnoldo Mondadori, Un libro al cinema”. Presenti al tavolo dei relatori Sara Valmaggi, Maria Elena Baroni, Luigi Giuliano Ceccarelli, Ilaria Reggiani, Francesca Zaltieri e Luisa Finocchi. Maria Elena Baroni, responsabile delle relazioni esterne dell’Associazione Festival Internazionale del Cinema, che cura il coordinamento generale dell’iniziativa, ha presentato le linee generali del Premio e introdotto i relatori presenti. Ha evidenziato inoltre il ruolo fondamentale del Consiglio regionale della Lombardia nella realizzazione del Premio, oltre che dei partner che contribuiscono alla realizzazione dell’evento.

Secondo Sara Valmaggi, Vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia, il Premio costituisce un momento importante nella tradizione sia del territorio che lo ospita, sia del Consiglio Regionale, che lo ha sostenuto fin dalla sua prima edizione e continuerà a sostenerlo in futuro. Secondo Valmaggi, la manifestazione  rappresenta un’occasione di elevata cultura soprattutto in un’epoca in cui la contaminazione tra linguaggi diventa sempre più spiccata.
Dello stesso parere anche l’Assessore alle Politiche culturali, saperi e identità dei territori della Provincia di Mantova Francesca Zaltieri, che ha inoltre ricordato il prezioso ruolo svolto da Mario Monicelli –a cui è dedicata questa edizione- e di Arnoldo Mondadori nel diffondere una cultura fruibile dal popolo attraverso cinema e letteratura, una cultura capace di suscitare nuovi fermenti e di sostenere lo spirito di rinascita nel dopoguerra. Il Premio Ostiglia, secondo la Zaltieri, diventa così un’occasione per riproporre al pubblico un progetto culturale di ampio respiro, che dal locale si apre a una dimensione nazonale.
In rappresentanza del Comune di Ostiglia era presente in sala e la referente organizzativa sul territorio Simonetta Callegarini, oltre all’Assessore alla Cultura Ilaria Reggiani, che ha colto l’occasione per ringraziare la Regione Lombardia e la Fondazione Mondadori per aver rinnovato la loro fiducia in questo progetto. L’Assessore si è soffermata sull’importane legame che il Premio, attraverso il concorso letterario “Il cuore sull’argine”, è riuscita a creare con le scuole di Ostiglia e sull’affetto che il paese mantovano riserva a Mario Monicelli, per tre anni Presidente della giuria di questa manifestazione e proclamato lo scorso anno cittadino onorario.
Il Premio Ostiglia – Arnoldo Mondadori è un evento importante che tocca due aspetti culturali: il cinema e la letteratura, ha sottolineato il direttore artistico Luigi Ceccarelli. In un panorama attuale affollato da festival e di premi di ogni tipologia, questa manifestazione si configura come un premio ambizioso che vuole portare ad una riflessione e al tempo stesso celebrare due realtà, cinema e letteratura, che solitamente non vengono officiate nel loro connubio. Il Direttore Artistico del Premio si è poi addentrato nel dettaglio del programma delle due giornate e ha inoltre annunciato la presenza di importanti ospiti: Alberto Contri, Presidente della Lombardia Film Commission, Franco Tatò, Sonia Raule, Andrea Purgatori, Luca Formenton Macola Greco, Chiara Rapaccini e l’attrice Ivana Monti, che sarà protagonista di un reading duramente la cerimonia di premiazione. Ha infine dichiarato che interverranno alla cerimonia di premiazione, in rappresentanza dei binomi finalisti (Una sconfinata giovinezza, Noi credevamo e 20 sigarette) il regista Pupi Avati, l’attrice Anna Bonaiuto e lo scrittore Francesco Trento.
Luisa Finocchi, Direttore della Fondazione Mondadori, ha rinnovato il suo entusiasmo per questa collaborazione, una manifestazione che tesse rapporti con il territorio e le scuole ed offre l’opportunità di continuare il costante obiettivo della promozione culturale.Ha approfondito il tema della mostra che quest’anno verrà allestita presso la Palazzina Mondadori: “Dalla parte di lei”, che valorizza l’Archivio di Alba de Céspedes, donato a Fondazione Mondadori dal figlio, conte Franco Antamoro de Céspedes. Il percorso espositivo che prende avvio dalle vicende biografiche dell’autrice suggerisce diversi percorsi di lettura a partire da quell’archivio che Linda Giuva ha definito “un monumento alla propria vita”. Dalla forma racconto alla sperimentazione narrativa, dalla scrittura giornalistica alle trasmissioni radiofoniche, la mostra rende conto dell’impegno letterario e dell’impegno politico-culturale di Alba de Céspedes. Hai inoltre annunciato che in occasione del Premio verrà presentato in anteprima un carteggio inedito che raccoglie la corrispondenza tra Monicelli e Mondadori.

L’appuntamento con il Premio è quindi per sabato 8 e domenica 9 ottobre a Ostiglia: due giorni ricchi di ospiti e appuntamenti in cui la cultura nella duplice chiave di letteratura e cinema sarà la protagonista assoluta. Dall’inaugurazione alle 15.30 della Palazzina Mondadori, con la visita della mostra “Dalla parte di lei”, al convegno “Mario Monicelli tra cinema, letteratura e società”.La giornata di domenica sarà invece dedicata interamente alla premiazione dei tre binomi libro/film: un reading di brani tratti dai tre libri vincitori aprirà la mattinata e anticiperà la cerimonia conclusiva. I film premiati verranno proiettati in tre serate differenti a partire da giovedì 6 ottobre presso il Teatro Nuovo “Mario Monicelli” di Ostiglia.
I finalisti per l’edizione 2011, selezionati dal Direttore Artistico Luigi Giuliano Ceccarelli sono:
Una sconfinata giovinezza
Libro: Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati, Garzanti.
Film: Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati. Produzione: DueA Film, Rai Cinema. Distribuzione: 01 Distribution. Con Fabrizio Bentivoglio, Francesca Neri, Serena Grandi, Gianni Cavina, Lino Capolicchio.
Noi credevamo
Libro: Noi credevamo di Anna Banti, Mondadori.
Film: Noi credevamo di Mario Martone. Produzione: Palomar, Rai Cinema, Les Films d‟Ici. Distribuzione: 01 Distribution. Con Luigi Lo Cascio, Renato Carpentieri, Luca Barbareschi, Anna Bonaiuto, Luca Zingaretti, Toni Servillo.
20 sigarette
Libro: Venti sigarette a Nassirya di Francesco Trento e Aureliano Amadei, Einaudi
Film: 20 sigarette di Aureliano Amadei. Produzione: R&C Produzioni. Distribuzione: Cinecittà Luce. Con Vinicio Marchioni, Carolina Crescentini, Giorgio Colangeli, Orsetta De Rossi, Alberto Basaluzzo.