CONCORSO LETTERARIO IN LINGUA VENETA “MARIO DONADONI” 14 ^ EDIZIONE Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 04 Giugno 2012 13:21

Il Comune di Bovolone indice e organizza il CONCORSO LETTERARIO IN LINGUA VENETA “MARIO DONADONI” 14 ^ EDIZIONE(entro il 30-6 -2012

REGOLAMENTO

 Il concorso è riservato agli scrittori e autori in lingua veneta che vivono in Italia o all’estero e si prefigge di riscoprire, promuovere e tutelare il patrimonio culturale e linguistico della civiltà veneta; esso si articola nelle seguenti sezioni:

 A) poesia in lingua veneta dall’Italia

B) prosa in lingua veneta dall’Italia

C) poesia e prosa in lingua veneta dall’Estero.

  1.  Possono essere presentate composizioni edite o inedite, in poesia o in prosa in lingua veneta, a tema libero, mai premiate in altri concorsi, nello specifico il concorrente non potrà partecipare al concorso con testi (poesia o prosa) già premiati in precedenti competizioni alla data del 30/06/2012.
  2. E’ possibile partecipare ad un’unica sezione con una sola opera, pena l’esclusione. Gli elaborati dovranno pervenire alla segreteria del concorso entro il 30/06/2012.
  3. L'elaborato  non dovrà superare  le due cartelle per la prosa  e i 50 versi per la poesia. Nell’intento di limitare al massimo l’impatto ambientale, gli organizzatori intendono evitare per quanto possibile la produzione cartacea privilegiando la comunicazione digitalizzata; i concorrenti pertanto dovranno possibilmente inviare i loro testi per posta elettronica all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. con le seguenti modalità: la poesia o la prosa (senza nominativo dell’autore e privo di segni di riconoscimento) dovranno essere inviate come allegato, in formato Microsoft Word o Acrobat PDF, ad una e.mail avente oggetto: PREMIO DONADONI; tale e.mail dovrà  riportante la sezione di concorso, il titolo del testo, le generalità del concorrente (nome e cognome, indirizzo, data di nascita, recapito telefonico), dichiarazione che l'elaborato non è mai stato premiato in altri concorsi; dovrà essere allegata copia di un documento di identità valido.
  4. Qualora il concorrente fosse impossibilitato ad utilizzare gli strumenti informatici, può inviare il testo in n. 8 copie di cui 7 anonime e prive di qualunque segno di riconoscimento ed una sola copia firmata e corredata di tutti i dati anagrafici come specificato al punto precedente, compresa copia del documento di identità. I dati personali non dovranno essere scritti a mano. Sulla busta andrà riportata la sezione di concorso. Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 30 giugno 2012 al seguente indirizzo: “Concorso letterario in lingua veneta Mario Donadoni – Biblioteca Civica - Via Vescovado, 7 – 37051 BOVOLONE VR.
  5. La partecipazione al concorso è gratuita e autorizza il Comune di Bovolone alla eventuale pubblicazione delle opere senza compensi agli autori. Gli elaborati non saranno restituiti.
  6. I primi classificati della precedente edizione del premio letterario “Mario Donadoni” potranno partecipare al concorso ma, qualora le loro opere risultassero tra le prescelte, non potranno essere premiate. Riceveranno in sostituzione  una menzione speciale da parte della commissione giudicatrice ed un riconoscimento.
  7. Il concorso è dotato dei seguenti premi che saranno assegnati a giudizio insindacabile ed inappellabile della giuria:
  8. A - 1° premio € 500, 2° premio € 200, 3° premio € 100
  9. B –1° premio € 500, 2° premio € 200, 3° premio € 100
  10. C- premio unico, € 2000,00

 Tali premi si intendono al netto delle ritenute dovute ai sensi di legge; altri riconoscimenti potranno essere assegnati a concorrenti eventualmente segnalati dalla giuria. Ogni concorrente risponde dell’autenticità dei lavori presentati. L’organizzazione non assume responsabilità alcuna per eventuali deprecabili plagi e/o dichiarazioni mendaci. La partecipazione al concorso costituisce automatica autorizzazione alla pubblicazione dei testi inviati e liberatoria per l’uso dei dati anagrafici ai soli fini del concorso e ai sensi della legge 196/2003.

 Il Sindaco

Emilietto Mirandola