Visita dell'Associazione al CEMLA Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
La delegazione dell'Associazione ha fatto una tappa importante e immancabile a Buenos Aires, la sede del CEMLA (Centro de Estudios Migratorios Latinoamericanos). CEMLAAssente Padre Santillo, Inserimento registriconosciuto anni fa in Italia, durante la visita ha incontrato Alicia Bernasconi, sua valida collaboratrice, nonchè ricercatrice di fama. Una visita veloce dove sono riposti i registri e documenti originali  per poi affrontare le tamatiche che l'Associazione intende sviluppare, unitamente al CEMLA. Una serie di progetti mirati a promuovere e divulgare non solo agli studiosi tutta la documentazione possibile sull'emigrazione italiana.  Favorevoli gli esiti e le basi gettate e che in un prossimo futuro sicuramente daranno i frutti sperati.
Per coloro che ancora non lo conoscono presentiamo in sintesi cos'è il CEMLA
L'istituto del Centro de Estudios Migratorios Latinoamericanos è il luogo ove si conserva la "memoria degli emigranti" . Vi è conservata, ed è in fase di informatizzazione tutta la documentazione relativa agli arrivi in Argentina.  La prima biblioteca specializzata e dedicata all'emigrazione in Argentiuna che conta oggi più di quattromila volumi tra libri e pubblicazioni. Un istituto a cui si rivolgono istituzioni nazionali ed internazionali, per la formazione del personale, funzionari e docenti su questo tema specifico.
Direttore del centro è Mario Santillo, instancabile ricercatore, invitato in vari paesi per le sue competenze in materia migratoria e per la sua passione verso l'essere umano e le sue origini.
Sua valida collaboratrice Alicia Bernasconi, pilastro del Cemla e della ricerca in materia di emigrazione, ha recentemente pubblicato un libro: LA SOCIEDAD TOSCANA MAS ANTIGUA DEL MUNDO, EN ARGENTINA.
Per maggiori informazioni sul CEMLA visitate il web http://www.cemla.com

registriregistro