108 visitatori online

Associazione Mantovani nel mondo .

 



mantovaninelmondo@gmail.com     

Home Reportage Il trasloco della statua di Colombo: revisionismo fuori luogo a Buenos Aires
Menu Principale
Il libro: Mantovani nel Mondo
Banner
annunci da google
Multimedia
Il sito precedente
Ultimi Articoli pubblicati
Archivio notizie
Visitors Counter
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi735
mod_vvisit_counterIeri781
mod_vvisit_counterQuesta Settimana735
mod_vvisit_counterSettimana precedente8092
mod_vvisit_counterQuesto mese22140
mod_vvisit_counterMese precedente41208
mod_vvisit_counterdal 15 agosto 20092623444

Il trasloco della statua di Colombo: revisionismo fuori luogo a Buenos Aires
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Mercoledì 24 Aprile 2013 19:31

colomboBbairesLa statua di Cristoforo Colombo non si tocca!! . Lo hanno gridato, lo hanno cantato e lo hanno anche scritto per lettera alla presidente Cristina Kirchner, le associazioni italiane d’Argentina, scese  nella piazza principale di Buenos Aires, la Plaza de Mayo, per opporsi al trasferimento dell’opera che considerano il simbolo dell’amicizia tra i loro due paesi. Non resta che aspettare e vedere se nonostante le proteste   si proseguirà con questo "revisionismo" sostituendo Colombo con un’eroina poco nota, relegando a  Mar del Plata il navigatore genovese.

Mobilitate le Associazioni Italiane del Sudamerica che sperano in un ripensamento della Presidente.  La  statua, scolpita nel marmo di Carrara da Arnaldo Zocchi  fu regalata  dall’Italia nel 1921, nell’anniversario della Rivoluzione di Maggio, con l'impegno che restasse dove si trova ora, per questo anche l'amministrazione comunale della capitale ha votato contro lo spostamento.

Ma dalla presidenza si sta portando avanti un piano di revisione della storia argentina, che prevede il ridimensionamento di figure come quella di Colombo, considerato da alcuni come colui che diede inizio alla conquista spagnola delle Americhe, in favore di personaggi che invece furono protagonisti delle guerre di liberazione. Ma così facendo si rinnegano le origini, belle o brutte che siano sono quelle e tali dovrebbero restare.  Molte sono le generazioni di varie etnie che hanno contribuito a creare la Nazione Argentina odierna . Non è che rinnegando il passato si possa ricostruire una verginità che non è mai esistita per nessun popolo o nazione  da quando mondo è mondo!

PiLi

2009 139

 

 


 

 

I nostri banner
Link utili
Banner
Concorsi Pubblici Italia
Mantova nel web