93 visitatori online

Associazione Mantovani nel mondo .

 



      Via Mazzini 22 46100 Mantova cell. 335417765-fax 02 700502001 *C.F. 93028490204*

Home Suddivise per mese
Menu Principale
Il libro: Mantovani nel Mondo
Banner
annunci da google
Multimedia
Il sito precedente
Ultimi Articoli pubblicati
Archivio notizie
Visitors Counter
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi439
mod_vvisit_counterIeri1303
mod_vvisit_counterQuesta Settimana5767
mod_vvisit_counterSettimana precedente7283
mod_vvisit_counterQuesto mese24954
mod_vvisit_counterMese precedente34851
mod_vvisit_counterdal 15 agosto 20092405264

L'Associazione in Argentina tra incontri e dibattiti PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da pietro   
Gruppo lavoro in ArgentinaIl 19 gennaio a Buenos Aires la delegazione dell’Associazione Mantovani nel Mondo, composta dal Presidente, Daniele Marconcini e da Pietro Liberati, esperto in ricerche familiari per il Portale dei Mantovani nel Mondo si è incontrata con la rete dei collaboratori presenti in Argentina, Uruguay e Paraguay.  A ricevere il gruppo, Marta Carrer, coordinatrice dei progetti dell'Associazione in America Latina e Patrizia Marcheselli, valida collaboratrice nonchè attrice e regista teatrale di successo.


Casa Rosada

Il presidente Marconcini ha aperto la convencion con una panoramica generale sui progetti che l’Associazione ha promosso e realizzato e sulle prospettive di nuove azioni progettuali da attuare in futuro sia Italia che in America Latina. Si è poi aperto un interessante dibattito dove tutti i partecipanti hanno potuto illustrare i propri punti di vista e dibattere sulle  diverse tematiche proposte. Una delle discussioni più interessanti  è stata quella legata alla crisi dell’associazionismo regionale e italiano dibattitoall’estero, la difficoltà di fare progetti con l’Italia, l’abbandono e la non partecipazione da parte dei giovani. Le motivazioni su questa mancata partecipazione giovanile è stata sicuramente individuata nelle modalità arcaiche e non più al corrente dei tempi delle Associazioni che,  salvo qualche rara eccezione, limitano le loro azioni nell'organizzare convivi nelle ricorrenze tradizionali aspettando che dall'Italia arrivino " i messaggeri degli dei" leggi personalità o politici in cerca di fama e notorietà o magari una troupe con uno spettacolo fine a se stesso.  Secondo la mia opinione oggi l'Associazionismo deve essere costruttivo, proporre progetti al passo con i tempi, incentivare lo scambio culturale tra i paesi,  fare proposte concrete che incentivino i giovani di  terza o quarta generazione a imparare la lingua e la cultura italiana. Occorre che vi sia un'apertura mentale dei responsabili e degli associati per  far si che l'associazionismo italiano all'estero diventi una fucina in cui si sviluppino progetti e proposte da riversare verso l'Italia attraverso tutti i canali offerti da entità statali, regionali,  provinciali o comunali siano pubbliche o private, della propria  provincia o regione di provenienza o dall'intero territorio nazionale ed anche le opportunità offerte dalla Comunità Europea.

ConsolatoAl termine della discussione si è deciso di creare formalmente una rete di “corrispondenti” e un Circolo, direttamente legati all’Associazione Mantovani nel Mondo, per iniziare una nuova forma di collaborazione aperta per verificare e contribuire a nuove azioni progettuali da realizzare nelle diverse realtà dei territori in cui risiedono i partecipanti.

Il giorno seguente, il Presidente Marconcini e Marta Carrer sono stati ricevuti in Ambasciata d’Italia dal dott. Alessandro Modiano e dalla dott.ssa Assunta Saltalamacchia, dell’Ufficio Emigrazione, per fare il punto della situazione sul progetto di aiuto a indigenti lombardi finanziato dalla Regione Lombardia. Il dott. Modiano si è congratulato con l’Associazione per questo progetto che rappresenta un’azione concreta a favore dei nostri corregionali all’estero e per le altre iniziative  legate alle ricerche storiche sull’emigrazione lombarda. E’ stato confermato che il contributo di solidarietà 2008 è già stato erogato e, una volta terminato il nuovo censimento, si procederà all’erogazione di quello 2009. La dott.ssa Saltalamacchia, che gestisce il coordinamento con tutta la rete consolare, ha portato i ringraziamenti di molti corregionali che hanno potuto beneficiare di questo piccolo aiuto che auguriamo venga riconfermato.
CemlaLa delegazione ha poi incontrato Alicia Bernasconi del Cemla (Centro de Estudios Migratorios Latinoamericanos) con il quale inizierà una collaborazione sull’elaborazione di materiale storico sull’emigrazione italiana in Argentina.
Nel pomeriggio, presso la Promos Argentina, si è realizzato l’ultimo incontro di questa tappa Argentina di AMM. A ricevere la delegazione, accompagnata dalla nostra referente in Uruguay, Daniela Chierichetti, vi era la responsabile Maria Lorena Laurito con la quale si è studiata la possibilità di realizzare azioni a favore della promozione della Regione Lombardia in Argentina.

Conclusa in modo più che soddisfacente questa prima parte del viaggio la delegazione ha proseguito per Porto Alegre in Brasile


gruppo di lavoro
 

Piccolo Brasile di Mantova
Banner
Banner
I nostri banner
Link utili
Banner
Concorsi Pubblici Italia
Mantova nel web